Seleziona una pagina
Sono il Co-Fondatore di V.B. digital e amante del Marketing Digitale a tutto tondo. Specialista SEO e SEM, creo strategie online il cui scopo è raggiungere gli obiettivi preposti.
strategie social e-commerce
Home » Strategie social per migliorare le vendite del tuo e-commerce

Usare i social network per promuovere il proprio e-commerce è una strategia che tutti i brand più noti utilizzano.

Ogni social network possiede determinate caratteristiche specifiche, la conoscenza delle quali può essere sfruttata a proprio vantaggio da tutti gli esperti di marketing in modo da poter sviluppare le strategie di crescita in modo efficace.

In quest’articolo parleremo di “target” e di come scegliere la piattaforma social in maniera corretta, illustrando sei diverse tecniche che possono incentivare la crescita del tuo e-commerce e aumentare il tuo conversion rate.

Il cliente è il punto focale: analizza il tuo target

Ogni azienda ha un target più o meno specifico. Alcune hanno un target piuttosto generico, come le industrie farmaceutiche o quelli di alimenti (perché tutti mangiamo e ci curiamo); altre invece interessano prioritariamente una porzione particolare della popolazione. Tocca porsi le seguenti domande:

  • A che target si rivolge la tua azienda?
  • Qual è la sua età media?
  • Sono in prevalenza uomini o donne?
  • Con che livello di istruzione?
  • Da quale parte del mondo ti contattano (questo punto è particolarmente saliente se la tua azienda, di stampo internazionale, prevede di studiare campagne differenziate a seconda della nazione a cui si rivolge)?
  • Cosa preferiscono di te rispetto agli altri competitor?

Conoscere la risposta a queste domande ti permetterà di scegliere il giusto social network da utilizzare: su ogni piattaforma circolano infatti utenze differenti, con bisogni e interessi anche estremamente diseguali.

La scelta del social network si effettua in base a target e tipo di prodotto

Analizzato il tuo target sarà necessario chiedersi: “Quale piattaforma ha le caratteristiche migliore in relazione ai miei prodotti? ”. Cerchiamo di fare chiarezza in merito alle piattaforme principali.

 

Facebook

E’ frequentata soprattutto da giovani adulti, adulti e anziani (solitamente, al di sopra dei 25 anni). Si presta perfettamente per la creazione di community, anche riservate, con la funzione “Gruppi”. Il tuo e-commerce può inoltre approfittare della sezione “Marketplace”.

 

Instagram

E’ il social di giovani e giovanissimi. Per la sua natura visuale interagisce in modo perfetto con prodotti e servizi dalla forte anima estetica (cosmetica, gioielleria, moda, arredamento, auto). La funzione “Stories” è sicuramente quella su cui puntare in fatto di frequenza. Da non molti mesi Instagram mette a disposizione link diretti tra un prodotto, illustrato in un post, e l’e-commerce su cui reperirlo.

 

TikTok

Ha a che fare quotidianamente con un pubblico ancor più giovane. L’anima video-musicale della piattaforma consente di creare contenuti molto divertenti e che possono, se ben strutturati, arrivare ad alti coefficienti di viralità.

 

Twitter

Si basa soprattutto sull’interazione con gli hashtag e le notizie più calde della giornata. Se la tua azienda si occupa di novità che cambiano con estrema frequenza (per esempio le notizie del giorno) potrebbe essere la giusta strada per te. I copy per Twitter sono brevissimi: 140 caratteri massimo. Dunque la parte testuale deve essere estremamente incisiva

 

Youtube

E’ leader mondiale fin dall’apertura nel contesto del video marketing. Decine e decine di contenuti per tutti i gusti attirano davvero un pubblico molto variegato. In questo caso non sarà necessario fare particolare attenzione al target ma alla “video-vendibilità” del tuo prodotto o servizio. Visto che i video possono essere estesi è perfetto per fornire tutorial, schede tecniche approfondite, recensioni, interazione con gli utenti.

 

Gli influencer

Influencer è l’utente di un social con moltissimi contatti, una produzione di contenuti continua e costante e una grande visibilità pubblica.

Usare la sua figura permette di veicolare ad un pubblico già consolidato (la sua community) il proprio messaggio; inoltre, i fan degli influencer lo considerano generalmente un mito, e i consigli d’acquisto forniti dalla persona verranno raccolti con facilità.

Fondamentale è la scelta della persona:

  1. Deve avere pertinenza con il settore, il prodotto o il servizio offerto. Sarebbe assolutamente controproducente proporre ad un esperto di tecnologia, con un pubblico interessato alla tecnologia, un abbonamento ad una rivista letteraria.
  2. Più i numeri dell’influencer sono alti, e dunque è elevata la professionalità e il costo dei suoi contenuti, più il target a cui ci si rivolge sarà variegato. Più la community degli influencer è ristretta più è probabile che tutti gli utenti siano più attenti e più propensi all’acquisto, perché accomunati da interessi comuni realmente sentiti.

Il case-study tipico per questa forma di marketing? Chiara Ferragni. Durante il lockdown della nazione ha collaborato con Santa Lucia con una serie di post di grande successo, promuovendo i suoi prodotti e ottenendo cachet astronomici.

ADV e targettizzazione

Ogni social ha la propria funzione di ADV, cioè per l’inserimento di banner pubblicitari a pagamento. Da questa strategia non si può sfuggire: nemmeno i brand più blasonati rinunciano a questa possibilità!

Per questo è fondamentale per un e-commerce avere una strategia social legata all’advertising e a tutto quello che lo riguarda. In realtà adesso le tecniche sono sempre più raffinate ed evolute.

Infatti c’è la possibilità di utilizzare automazioni, come l’utilizzo e la gestione automatica dei data feed di prodotto che ti permettono di sponsorizzare il tuo store sui diversi social tutto comodamente da un unico backend.

Assodato che gli annunci andranno acquistati e curati, è necessario dedicarsi alla loro targetizzazione: un target ben strutturato corrisponde ad un traffico profilato che cercherà sicuramente di acquistare nel nostro negozio online .

Se sei interessato ad approfondire la tematica della targetizzazione sempre più specifica ti consigliamo di informarti in merito ai Big Data: la progressiva schedatura degli utenti di Internet permetterà, nel prossimo futuro, di conoscere così a fondo usi, abitudini, gusti, interessi, paure e desideri dei potenziali acquirenti da non solo inviargli le giuste pubblicità, ma di crearne di personalizzate per ognuno di loro.

Decisamente convincenti!

Contest, premi ed estrazioni

Interagire con i tuoi utenti è fondamentale se desideri utilizzare i social per invitarli ad usare il tuo e-commerce. Uno dei più efficaci metodi di interazione è quello del contest o dell’estrazione.

Potresti indire un concorso: gli utenti dovranno seguire una procedura e fornire un contenuto (User Generated Content) che parli alla tua azienda e della tua azienda. Per esempio puoi invitarli ad acquistare uno dei tuoi capi di abbigliamento e inviare una foto del proprio look migliore che la includa. Sondaggi e like faranno vincere un utente. Possono essere in palio buoni sconto, inviti ad eventi live e altre interessanti amenities.

Il contest e l’estrazione sono metodi davvero efficaci per interagire con gli utenti sui social perché:

  • Sono facili da organizzare
  • Creano immediata condivisione
  • Creano immediata gratificazione per essere entrati nei post o nelle stories ripubblicate dal brand
  • Fanno interagire tra di loro gli utenti (che possono per esempio scambiarsi like, voti, punti, consigli)
  • Il focus è esattamente sul prodotto o il servizio che desideri: basta rendere la sua apparizione obbligatoria per partecipare

Chatbot e un servizio di attenzione al cliente impeccabile

Gli utenti non usano più le piattaforme social solamente per condividere i contenuti tra utenti ma anche per cercare informazioni su cosa acquistare.

Potenziare il servizio clienti anche su queste piattaforme: renderai la vita dei tuoi utenti molto più facile e avrai molte più possibilità di ottenere recensioni per i tuoi prodotti o recensioni sulla tua azienda.

Uno dei metodi più usati per incentivare l’uso del social customer care è il chatbot: un computer programmato per dare risposte specifiche agli utenti del sito.

Se il problema o il dubbio non potesse essere risolto in chat puoi suggerire di utilizzare direttamente il sito inserendo un link direttamente ad una pagina esplicativa, in questo modo, porterai anche traffico sul tuo sito.

Una volta portato l’utente sul sito, se il la tua offerta è interessante, chiara, accattivante e utile, avrai ottime chances che l’utente completerà l’acquisto.

Il racconto d’azienda

Il racconto d’azienda e il personal branding sono due modalità di marketing che con i social si sposano davvero alla perfezione.

La multimedialità, la possibilità di condividere e far circolare il contenuto e l’ampio spazio di manovra ti permettono di parlare della tua società, dei tuoi valori, delle tue esperienze, della storia, di prodotti e servizi, dei tuoi clienti per i tuoi clienti.

Ripensare la tua strategia di marketing partendo dal personal branding è un eccellente metodo per riportarti sulla cresta dell’onda dei social network, dove una certa dose di emotività paga sempre nei confronti della propria crescita numerica.