Seleziona una pagina
Sono il Co-Fondatore di V.B. digital e amante del Marketing Digitale a tutto tondo. Specialista SEO e SEM, creo strategie online il cui scopo è raggiungere gli obiettivi preposti.
come creare un funnel
Home » Come creare un funnel e aumentare le vendite

Come creare un funnel per aumentare le tue vendite

Conosci il termine “funnels“? La parola significa letteralmente “imbuto” e rappresenta il percorso compiuto dall’utente dalla consapevolezza del prodotto, fino ad arrivare all’acquisto finale. Viene chiamato imbuto a causa della forma utilizzata per rappresentare questo processo, ad imbuto appunto.

Il concetto di funnel si può ricondurre alla formula AIDA, inventata da Elmo Lewis ed ancora oggi utilizzata nel mondo del marketing. Il cliente diventa il centro del processo, nel quale si fa di tutto per attrarlo e portarlo alla conversione.

Le fasi principali del funnel di vendita

Prima di addentrarci nel vivo dell’articolo e della spiegazione, un breve riassunto delle fasi dei sales funnels. Le principali sono quattro e sono divise in:

  1. Awareness: ovvero il momento in cui si cerca di far conoscere la propria realtà all’utente dell’Internet;
  2. Interest: la seconda fase presuppone un graduale interessamento ai tuoi prodotti e servizi;
  3. Decision: il prodotto piace e l’utente, dopo accurate ricerche e ripensamenti, è deciso ad acquistare;
  4. Action: lo step finale e risolutivo. L’utente è ora ufficialmente un cliente!
come costruire un funnel

Creare funnel che funzionino: l’acquisizione clienti

Ora che abbiamo visto quali sono le fasi principali dell’imbuto che ti aiuterà ad aumentare le tue vendite, vediamo come crearne uno anche per la tua attività. Di qualunque cosa ti occupi, creare un funnel porterà sicuramente un grosso miglioramento, in quanto ti permetterà di farti conoscere e stendere un tappeto rosso virtuale che possa portare un semplice utente a diventare un cliente effettivo.

Come è stato detto precedentemente, la prima cosa da fare è cercare di farsi conoscere. Devi considerare che, se non ti fai pubblicità nella giusta maniera, nessuno sarà in grado di acquistare da te. Farsi conoscere è quindi uno step estremamente importante. Per farlo ci sono diversi metodi: campagne a pagamento su Google e su Facebook, un blog aziendale con articoli nel tuo settore di competenza e landing page ottimizzate in ottica SEO. Ovviamente tutte queste opzioni possono essere utilizzate insieme per garantirti un risultato ancora maggiore. 

Una landing page è una pagina che ha come scopo principale quello di far compiere una determinata azione all’utente. Tutto viene scritto appositamente. Spesso viene proposto il download di un e-book o di qualche materiale gratuito in cambio della propria mail, ma ci sono anche landing studiate per descrivere dettagliatamente un proprio prodotto o servizio.

Creare funnels che funzionino: farsi notare

Bene, l’utente ha scoperto della tua esistenza e, se tutto è andato come doveva, ora hai un contatto. A questo punto è importante farlo interessare a ciò che offri mantenendo viva la curiosità. Le opzioni più comuni da attivare in questo frangente sono le newsletter, che ti permetteranno di comunicare tutte le news relative alla tua attività. Anche le operazioni di retargeting saranno molto importanti; si tratta di una particolare forma di pubblicità online che si rivolge agli utenti in base alle loro precedenti azioni su Internet. In questo modo potrai facilmente raggiungere chi è già entrato in contatto con te ma non ha effettuato nessun movimento.

Anche i social network svolgono un importante ruolo nella grande impresa di farsi notare dal tuo pubblico ideale. Pubblicare contenuti interessanti, interattivi e che stimolino la curiosità degli utenti può effettivamente fare una grande differenza e ti permette di farti conoscere mostrando non solo quello che offri, ma anche i tuoi valori.

L’obiettivo di questa fase è quindi quella di rendere l’utente consapevole di ciò che sta guardando e convincerlo che sei la persona giusta per lui.

Creare funnels che funzionino: l’acquisto finale

Ti sei impegnato tanto per convincere l’utente a comprare e finalmente è arrivato alla decisione finale: vuole acquistare! In questa fase dovrai ottimizzare la tua pagina di check-out per far si che tutto funzioni nel modo migliore. Non c’è cosa peggiore che portare l’utente allo step finale e poi perderlo per un errore banale. Attenzione quindi ad avere un processo di pagamento fluido e affidabile!

Come creare un funneling marketing: conclusioni

Come hai potuto vedere, creare funnel di vendita è un’operazione che richiede una certa attenzione. Il processo infatti parte sempre con moltissime persone, le quali vanno a diminuire man mano che si passa alle fasi successive. Per essere sicuro di agire con la giusta strategia di marketing, puoi rivolgerti ad un’agenzia, la quale sarà in grado di consigliarti al meglio. V.B. DIGITAL è specializzata nella creazione di strategie che vanno a ottimizzare i funnels di vendita, consentendoti di aumentare la consapevolezza nei tuoi confronti e, soprattutto, di aumentare le vendite!

Hai bisogno di professionisti in grado di aiutarti con il tuo business?